Come si supera un fallimento? Un rifiuto? Una perdita?
2022-12-16

L’efficacia della Psicoterapia Cognitivo Comportamentale [o Cognitive Behaviour Psychotherapy] è stata dimostrata sia per i colloqui effettuati in presenza sia per i colloqui di psicoterapia cognitivo comportamentale online. In entrambi i casi è possibile applicare la procedura di esposizione graduale, una strategia particolarmente efficacia della terapia cognitivo-comportamentale.

Come funziona la psicoterapia cognitivo comportamentale?

La psicoterapia cognitivo comportamentale è una terapia in cui paziente e terapeuta collaborano e affrontano in modo attivo e concreto la situazione problematica. L’intervento di terapia cognitivo comportamentale è principalmente rivolto al tempo presente e si prefigge, tra le altre cose, di modificare e superare le condizioni che mantengono il disagio e le difficoltà della persona.

Gli esercizi di terapia cognitivo comportamentale sono studiati e scelti in base al caso specifico

La psicoterapia cognitivo comportamentale non funziona nello stesso modo per tutte le persone, infatti è necessario adattare le strategie e gli esercizi della terapia cognitivo comportamentale alla situazione specifica. Il terapeuta cognitivo-comportamentale esperto esegue pertanto un lavoro sartoriale, disegnando e confezionando l’iter terapeutico più indicato per la persona e per la sua situazione.

Esercizi graduali per superare le difficolta psicologiche

Le procedure e gli esercizi di psicoterapia cognitivo comportamentale sono efficaci per il trattamento di molte problematiche. E’ cura del terapeuta comprendere la natura della problematica del paziente e indicare le metodiche più adeguate perché la persona stia meglio, così da limitare la durata e i costi del percorso di psicoterapia.

La psicoterapia cognitivo comportamentale è solo per l’ansia?

Le problematiche d’ansia, tra cui il panico, l’agorafobia e l’ansia generalizzata sono trattate in modo valido con la psicoterapia cognitivo comportamentale. La terapia cognitivo comportamentale è inoltre un trattamento efficace per altri disagi tra cui il disturbo ossessivo compulsivo [DOC].

Esposizione graduale nella psicoterapia cognitivo comportamentale

Un esercizio di terapia cognitivo comportamentale per l’ansia, utilizzato anche per il trattamento del DOC [Disturbo Ossessivo Compulsivo], consiste nell’affrontare gradualmente la situazione temuta.

Tale esercizio di psicoterapia cognitivo comportamentale fa parte della procedura di esposizione. La strategia di esposizione è una metodica con solide basi di efficacia.

Quando funzionano gli esercizi cognitivo comportamentali?

L’efficacia degli esercizi di psicoterapia cognitivo comportamentale dipende alla loro corretta esecuzione. Per eseguire in modo corretto la procedura di esposizione, è necessario che il terapeuta cognitivo comportamentale, tramite colloqui di psicoeducazione, chiarisca al paziente quali sono i principi della procedura di esposizione affinché il paziente comprenda il motivo per cui tale procedura cognitivo comportamentale è efficace e come applicarla in modo corretto. E’ inoltre neccessario che gli esercizi di esposizione seguano dei passaggi precisi. La corretta applicazione della procedura di esposizione è favorita da una buona collaborazione tra paziente e terapeuta e dalla attenta valutazione da parte del terapeuta cognitivo comportamentale dei progressi o delle difficoltà nell’esecuzione degli esercizi concordati con il paziente.

Perché gli esercizi di esposizione della terapia cognitivo comportamentale non funzionano?

Se gli esercizi di esposizione della psicoterapia cognitivo comportamentale non portano a raggiungimento degli obiettivi terapeutici concordati, lo psicoterapeuta cognitivo comportamentale esperto può riscontrare queste ragioni:

  • Mancanza o errata gradualità nell’esecuzione degli esercizi di terapia cognitivo comportamentale.
  • Spiegazione insufficiente o comprensione incompleta del rationale degli esercizi di psicoterapia cognitivo comportamentale e del loro funzionamento.
  • Errori nell’esecuzione degli esercizi di psicoterapia cognitivo comportamentale.

Perciò, in questi casi, l’efficacia degli esercizi di psicoterapia cognitivo comportamentale potrebbe aumentare grazie a:

  • Adeguata gradualità degli esercizi di terapia cognitivo comportamentale proposti.
  • Ulteriore psicoeducazione volta ad accrescere nel paziente la conoscenza del rationale della psicoterapia cognitivo comportamentale e delle tecniche utilizzate.
  • Comprensione e correzione da parte del terapeuta degli errori commessi durante gli esercizi di esposizione.

Ulteriori metodiche tipiche della psicoterapia cognitivo comportamentale si applicano per:

  • Verificare e correggere i pensieri negativi
  • Riconoscere, discutere e modificare gli errori di pensiero
  • Gestire l’ansia e altre emozioni (tra cui rabbia, senso di colpa, tristezza, imbarazzo e vergogna)
  • Favorire il rilassamento e la gestione dello stress
  • Accrescere l’autostima
  • Superare un difficile momento di vita